Criptovaluta (Italiano)DeFi (Italiano)Ethereum (ETH) (Italiano)

Ethereum le balene rifiutano di vendere e più ETH affluiscono in DeFi

Il numero di indirizzi che contengono più di 10.000 ETH è cambiata poco da quando l’asset è arrivato al picco record di 2.050 USD il 20 febbraio.

Di fatto, stando ai dati di Santiment, il gruppo di wallet che ha più di 10.000 ETH – per il valore di circa 17,7 milioni USD ai corsi attuali – è andato giù di poco più dello 0,9% durante gli ultimi 4 mesi. Questo in confronto a un calo del 7,2% per quanto riguarda il parco titoli da 100 a 10K ETH, in base al produttore di dati analitici.

Un’eventuale giustificazione per la difformità è che gli angoli di balena sono di proprietà di entità come le borse, le grandi ditte o i fondi professionali che richiedono di tenere il bene a vista o rinchiuso per questioni di investimento.

Anthony Sassano, fondatore di ETHhub, ha indicato che le maggiori aziende e gli enti stanno sempre meglio acquistando e detengono ETH in una sua newsletter il 18 marzo.

“Mi aspetto anche l’annuncio da parte di molte aziende pubbliche, nei prossimi mesi, di nuovi acquisti di ETH per diverse ragioni. C’è chi metterà da parte ETH da usare come gas, ci sarà chi lo compererà per scommettere in eth2, e chi ancora lo metterà nel bilancio come un asset di SoV/riserva”.

Adeline Gibbs (Italy)

Adeline Gibbs è una scrittrice e una collaboratrice vitale di Tokenhell. Rimane sempre aggiornata con gli ultimi avvenimenti nel mondo delle criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close